Il Worksampling come strumento per la mappatura delle attività indirette

Spesso nei progetti di miglioramento è necessario misurare e mappare le attività svolte da lavoratori indiretti, come conduttori macchina, carrellisti, magazzinieri o operatori non a ciclo. Nel mondo office potrebbe nascere l’esigenza di mappare le attività svolte da impiegati, che nella maggior parte dei casi non sono ripetitive. In entrambi i casi, i metodi cronometrici di misurazione delle attività, ossia mediante la misurazione tramite cronometro, non sono efficaci e tantomeno efficienti. In queste circostanze il classico approccio “tempi e metodi non ci viene in aiuto. Difatti per ottenere una buona mappatura delle attività con dei valori sufficientemente precisi e attendibili sarebbe necessario raccogliere moltissime rilevazioni, ognuna delle quali richiede tempo e risorse. Se ad esempio volessimo mappare le attività di un impiegato di un ufficio amministrativo dovremmo affiancarlo con il cronometro in mano tutto il giorno e per diversi giorni prima di avere una idea precisa del tempo che impiega per ogni sua attività. Fortunatamente, in questi casi, ci viene in aiuto uno strumento molto potente: il Work Sampling.

Il Work Sampling si può riassumere come uno strumento statistico per la mappatura e la misurazione (in termini di frequenza e durata) delle attività di un processo non a ciclo. L’obiettivo è quello di individuare le aree dove è prioritario intervenire per recuperare efficienza.


Perché si utilizza il Work Sampling:

· È utile per mappare il tempo speso dalle risorse nelle diverse attività di un processo produttivo o impiegatizio;

· È utile per misurare e riorganizzare le attività;

· Consente di individuare le aree dove è prioritario intervenire per recuperare efficienza;

· Consente di ottenere una mappatura delle attività a valore e non a valore.


Lle fasi implementative del worksampling:

  • Definire il team di lavoro.

  • Definire il processo da mappare.

  • Costruire il modulo per la raccolta dei dati

  • Esecuzione del Work Sampling pilota con un numero limitato di osservazioni: rilevazione delle attività attraverso il modulo.

  • Terminato il periodo di rilevazioni “pilota” raccogliete i moduli e verificare i risultati preliminari.

  • Analisi dei dati preliminari.

  • Ridefinire il modulo del Work Sampling con la lista definitiva delle attività da mappare secondo le considerazioni viste sopra.

  • Definire il periodo di rilevazione

  • Svolgere Work Sampling

  • Analisi dei risultati


Fig. Esempio di moulo di raccolta delle osservazioni.


Il worksampling è un modulo che viene affrontato nel percorso Green Belt Lean Six Sigma.

Per approfondimenti visita la sezione dedicata al Green Belt Lean Six Sigma


TRATTO DAL TESTO: "GUIDA PRATICA PER APPLICARE IL LEAN SIX SIGMA IN AZIENDA: GREEN BELT", disponibile su Amazon https://amzn.to/2ZoOeVq



Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2017 Aretèna Srl

P.IVA: 05077230281