top of page

UNA STORIA “POKE YOKE”

Una fabbrica giapponese di biscotti, la LEAN BISQUIT, aveva un problema di qualità con i biscotti ripieni alla nocciola in quanto numerose scatole venivano consegnate senza i biscotti all’interno. Il processo di produzione consiste nel preparare i biscotti all’interno di contenitori in plastica, costruire la scatola corrispondente al tipo di biscotti e infine infilare il contenitore all’interno della scatola: sembra molto semplice, ma diverse scatole venivano consegnate ai clienti senza i biscotti all’interno! Dopo aver ricevuto numerosi reclami dai clienti, il direttore non poteva più permettersi di far uscire dallo stabilimento delle confezioni difettose ma… come tutti i direttori, aveva dei vincoli di bilancio strettissimi: non era possibile assumere del personale per controllare al 100% ogni scatola (considerando i volumi prodotti, questa soluzione avrebbe richiesto l’assunzione di decine di persone) ed era improponibile l’acquisto di costosi macchinari a raggi X o per il controllo del peso di ogni singola scatola: controllare non aggiunge valore al prodotto, non fa diventare più buoni i biscotti! Così il direttore di produzione decide di tenere una sessione di problem solving assieme alla squadra che lavora al confezionamento dei biscotti, con l’obiettivo di trovare una soluzione semplice ed economica per prevenire i difetti, cioè per prevenire che le scatole vuote arrivino ai clienti… e la soluzione è arrivata: un ventilatore! Difatti ponendo un ventilatore sopra l’ultimo elemento della linea di produzione le scatole vuote volano via (poiché leggere)! Ci è voluto pochissimo tempo e un investimento trascurabile per installare il ventilatore e ora la fabbrica di biscotti ha riacquistato pienamente la fiducia dei suoi clienti. Quando affrontate ed analizzate i problemi pensate all’esempio del ventilatore: esistono numerose opzioni semplici ed economiche per ottenere un processo “a prova di errore”, riducendo così il rischio insito nei processi senza dover aumentare i controlli, investire in macchinari complessi e senza il dispendio inutile di risorse. Questo è il PokaYoke: evitare che gli errori diventino difetti, aumentando quindi la qualità del prodotto senza incrementarne il costo.





Commentaires


bottom of page