• Admin

Le 5s come punto di partenza?

Aggiornato il: 21 nov 2018

Spesso sento le persone collegare il Lean Manufacturing e il Lean Thinking alle #5S

Quante volte discutendo con i non addetti ai lavori cosa è la Lean mi sono sentito dire : “ah sì, le 5S”. Questa cosa mi ha spinto a riflettere.

Da un lato ritengo che l’introduzione delle 5S sia inflazionato: utilizzate dappertutto e in qualsiasi contesto/situazione in maniera destrutturata; un po’ come il prezzemolo.

D’altro canto non ritengo la cosa di per sè completamente negativa. Seppur banalizzando quello che sta dietro la filosofia Lean, queste persone conoscono o almeno hanno sentito parlare dello strumento che a mio avviso sta alla base di ogni percorso di trasformazione e di miglioramento.

Le 5S sono spesso riportate come le “regole del buon senso”. Ho sentito definirle anche come “le regole della nonna”, o “le buone regole di casa”. Tutto vero: buonsenso, regole di casa, ma troppo spesso nelle aziende non vengono applicate. Il punto sta nella mentalità e nell'approccio al posto di lavoro.

Ogni azienda che si avvia ad intraprendere un percorso di miglioramento dovrebbe come prima cosa partire con un programma esteso e ben strutturato di 5S, coinvolgendo tutti o gran parte dei lavoratori. L’obiettivo fondamentale è quello di cambiare la mentalità, l’approccio e le mal-abitudini, partendo dalle piccole cose, dal posto di lavoro e dalle attività quotidiane. Inoltre le 5s sono utili all’azienda per passare il messaggio che i lavoratori sono importanti e che quello che hanno da dire e suggerire è di grande valore. Infondo chi meglio di loro che conosce a fondo le postazioni le fasi di lavorazione.

Troppo di frequente accade che le aree di lavoro sono ideate, studiate e progettate da ingegneri che passano gran parte del loro tempo in ufficio dietro una scrivania, completamente avulsi da quella che è la realtà produttiva. Le 5S danno l’opportunità all’azienda di creare un ambiente di lavoro più confortevole per i lavoratori, dove la maggiore efficienza e sicurezza ne sono l’espressione naturale.

Le 5S consentono di definire degli standard semplici e comuni che tutti conoscono e che sono tenuti a rispettare.

E’ importante prestare attenzione per non banalizzare lo strumento per farlo diventare le “pulizie di primavera”, fatte una tantum, solamente quando lo sporco e il disordine hanno superato un determinato limite, o quando qualcuno tra i capi alza la voce. Quante volte ho assistito a questa scena.

Ancora…le 5S sono uno strumento semplice, ma non banale! Ed è proprio nella loro semplicità che risiede l’insidia di banalizzarle rendendole completamente inefficaci. Gli anglosassoni direbbero “it is simple but not easy”.

Per queste ragioni e molte altre ragioni ritengo che 5S rappresentano il primo mattoncino, o meglio ancora, le fondamenta sulle quali costruire tutto il resto. D’altronde, gli altissimi grattacieli si si reggono su solide fondamenta! No?


Lascia un tuo commento, punto di vista o la tua esperienza!!



0 visualizzazioni

© 2017 Aretèna Srl

P.IVA: 05077230281